Piano Operativo

Piano Operativo

NUOVO PIANO OPERATIVO COMUNALE

In questa sezione puoi ottenere informazioni e scaricare dati riguardanti la formazione del nuovo Piano Operativo comunale di cui all'articolo 95 della legge regionale 10 novembre 2014 n.65 e successive modifiche ed integrazioni.
Riguardo al procedimento di formazione il Comune rientra nella casistica di cui all'articolo 228 della LR 65/2014 - Disposizioni transitorie per i comuni dotati di Piano Strutturale e Regolamento Urbanistico approvati.

Il Sindaco con deliberazione n. 26 del 22 luglio 2015 ha:
- stabilito di procedere alla formazione del nuovo PO a norma dell'articolo 228 della L.R. 65/2014, con i contenuti e le procedure di cui al precedente articolo 95;
- approvato una relazione iniziale redatta dall'Ufficio Urbanistica;
- nominato il Responsabile del Procedimento ai sensi dell'articolo 18 della L.R. 65/2014 nella persona del geom. Alessandro Guarguaglini, Responsabile dell'Area unica e dell'Ufficio Urbanistica;
- nominato il Garante dell'informazione e della partecipazione ai sensi dell'articolo 37 della L.R. 65/2014 nella persona della dipendente Vanni Irene, Responsabile dell'Ufficio Segreteria.

Il Consiglio comunale con deliberazione n. 9 del 7 luglio 2016 ha:
- dato avvio al procedimento per la formazione del Piano Operativo ai sensi dell'articolo 17 della L.R. 65/2014;
- dato avvio alla procedura di svolgimento della VAS (Valutazione Ambientale Strategica) ai sensi dell'articolo 23 della legge regionale 12 febbraio 2010 n.10 e successive modifiche ed integrazioni;
- approvata la documentazione costituente l'avvio del procedimento redatta dal tecnico libero professionista incaricato Architetto Silvia Viviani con studio in Firenze, composta da una relazione di avvio e dal documento preliminare di VAS;
- dato avvio alla procedurra di conformazione del nuovo POC al PIT/PPR (Piano d'Indirizzo Territoriale / Piano Paesaggistico Regionale) ai sensi dell'articolo 21 della "Disciplina di piano" del PIT/PPR;
- assunto quale perimetro del territorio urbanizzato le aree "bianche" non individuate come aree ad esclusiva o prevalente funzione agricola, perimetrate e dettagiate nell'elaborato cartografico "Tavola 4 - Zone agricole" del Piano Strutturale vigente, distinte in tre sottozone E1, E2, E3.

visualizza e scarica i contenuti dell'avvio dei procedimenti

IL NUOVO PIANO OPERATIVO ' STATO ADOTTATO dal Consiglio comunale il 22 novembre 2018 con deliberazione n. 29
Gli avvisi di deposito della deliberazione di adozione congiuntamente ai suoi atti allegati costituenti la progettazione del piano e il procedimento di formazione della VAS, sono stati pubblicati sul B.U.R.T. n. 50 Parte Seconda il giorno 12 dicembre 2018.
Entro il termine di 60 giorni dalla pubblicazione degli avvisi sul B.U.R.T. chiunque può presentare osservazioni scritte al protocollo generale dell'Ente.
Quindi il giorno 11 febbraio 2019 è il termine ultimo per presentare le osservazioni - sia per il procedimento urbanistico che per quello riguardante la VAS.

visualizza e scarica gli atti, gli elaborati ed i contenuti dell'adozione

AREE DA SOTTOPORRE A VINCOLO ESPROPRIATIVO
In relazione alle aree da sottoporre a vincolo espropriativo così come disposto dall’articolo 95, comma 3, lett.g), della LR 65/2014, sono stati individuati in apposito elaborato grafico del PO i beni da sottoporre a tale vincolo ai sensi degli articoli 9 e 10 del DPR 8 giugno 2001, n.327.
Con l'approvazione del PO sarà apposto il vincolo preordinato all’esproprio sulle aree destinate ad opere pubbliche o di pubblica utilità individuate nella Tavola PR03 Aree soggette a esproprio - Disciplina - scala 1:2.000.
I proprietari dei beni individuati nella tavola di progetto PR03 sui quali si intende apporre il vincolo preordinato all'esproprio, hanno potuto prendere visione degli atti durante il deposito e pubblicazione del PO adottato.
Ai sensi dell'articolo 9, comma 1, del DPR 327/2001 il vincolo preordinato all'esproprio apposto con il PO decorre a partire dall'efficacia dello strumento urbanistico, ovvero a seguito della pubblicazione sul BURT dell'avviso relativo all'approvazione dello stesso.
L'ufficio ha provveduto alla comunicazione dell'apposizione mediante avviso pubblico affisso all'Albo Pretorio e sul sito web dedicato predisposto dalla Regione Toscana.

visualizza e scarica l'avviso dall'apposito sito web di Regione Toscana

OSSERVAZIONI PERVENUTE
A seguito della pubblicazione degli avvisi di avvenuta adozione del PO e di deposito sul BURT, sono pervenute n.9 osservazioni presentate dai seguenti soggetti:
arrivate entro il termine di scadenza (11/02/2019):
1) prot.n.28 08/01/20119  FILIPPI DINO - ARCH. FERRINI SIMONE (DEL 04/01/2018)
2) prot.n.131 22/01/2019  LORENZELLI PAOLO (DEL 18/01/2019)
3) prot.n.197 30/01/2019  REGIONE TOSCANA - DIREZIONE URBANISTICA E POLITICHE ABITATIVE - SETTORE PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO (42320 DEL 29/01/2019)
4) prot.n.197 30/01/2019  REGIONE TOSCANA - DIREZIONE URBANISTICA E POLITICHE ABITATIVE - SETTORE TUTELA, RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PAESAGGIO (37805/T.100 DEL 25/01/2019)
5) prot.n.197 30/01/2019  REGIONE TOSCANA - DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE - SETTORE AGROALIMENTARE E SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DELLE ATTIVITÀ AGRICOLE (10889/G.010.020 DEL 09/01/2019)
6) prot.n.197 30/01/2019  REGIONE TOSCANA - DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE - SETTORE FORESTAZIONE, USI CIVICI, AGRO AMBIENTE (21154/N.06.025 DEL 16/01/2019)
7) prot.n.197 30/01/2019  REGIONE TOSCANA - DIREZIONE AMBIENTE ED ENERGIA -SETTORE SERVIZI PUBBLICI LOCALI, ENERGIA E INQUINAMENTI (21193/N.060.025 DEL 16/01/2019)
arrivate dopo il termine di scadenza:
8) prot.n.307 12/02/2019  AUTORITA' DI BACINO DISTRETTUALE DELL'APPENNINO SETTENTRIONALE (87 DEL 11/02/2019)
9) prot.n.661 22/03/2019  ARPAT - AREA VASTA COSTA - DIPARTIMENTO DI PIOMBINO (PB.02/86.12 DEL 21/03/2019)

CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI PERVENUTE
Con deliberazione del Consiglio comunale n.16 del 30/07/2019, a seguito di analisi e valutazioni da parte dei tecnici incaricati e del Responsabile del procedimento, sono state formulate le controdezioni alle osservazioni pervenute, in particolare per ciascuna osservazione sono state fornite dettagliate informazioni riguardo al numero d'ordine cronologico di presentazione con eventuale sub-ordine, numero e data di presentazione al protocollo, nominativo/denominazione dei soggetti osservanti, sintesi dell'osservazione, valutazione e parere del responsabile del procedimento e dell'ufficio urbanistica, necessità o meno di variare il PO adottato.
L'esame delle osservazioni, riportato nelle schede allegate alla deliberazione, è basato sulla salvaguardia della coerenza fra gli obiettivi del Piano Strutturale vigente ed i suoi specifici contenuti, sul rispetto delle prescrizioni e degli indirizzi della pianificazione sovraordinata ed in particolare del PIT/PPR.
Nelle valutazioni espresse su ciascuna osservazione sono state riportate le motivazioni delle proposte di accettazione e non accetazione delle eventuali richieste avanzate.
Il parere espresso su ciascuna osservazione o quesito posto dall'osservazione si conclude con una delle seguenti valutazioni:
- accoglibile;
- non accoglibile;
- non valutabile, quando trattasi di contributo o richiamo a procedure, norme, direttive, riguardanti il procedimento di formazione e approvazione del PO ovvero a procedure già eseguite;
- non pertinente, quando l'osservazione pone questioni che non hanno attinenza con i contenuti del PO adottato.
In sintesi, vengono espresse le valutazioni indicate nella tabella seguente:
1) FILIPPI DINO - ARCH. FERRINI SIMONE        non pertinente
2) LORENZELLI PAOLO        accoglibile
3) REGIONE TOSCANA - DIREZIONE URBANISTICA E POLITICHE ABITATIVE - SETTORE PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO
1    accoglibile
2    non accoglibile
3    accoglibile
4    non accoglibile
5    accoglibile
6    non valutabile
7    non valutabile
8    non valutabile
4) REGIONE TOSCANA - DIREZIONE URBANISTICA E POLITICHE ABITATIVE - SETTORE TUTELA, RIQUALIFICAZIONE E VALO-RIZZAZIONE DEL PAESAGGIO
1    accoglibile
2    accoglibile
3    accoglibile
4    accoglibile
5    accoglibile
5) REGIONE TOSCANA - DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE - SETTORE AGROALIMENTARE E SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DELLE ATTIVITÀ AGRICOLE        accoglibile
6) REGIONE TOSCANA - DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE - SETTORE FORESTAZIONE, USI CIVICI, AGRO AMBIENTE        accoglibile
7) REGIONE TOSCANA - DIREZIONE AMBIENTE ED ENERGIA - SETTORE SERVIZI PUBBLICI LOCALI, ENERGIA E INQUINAMENTI        accoglibile
8) AUTORITA' DI BACINO DISTRETTUALE DELL'APPENNINO SETTENTRIONALE        non valutabile
9) ARPAT - AREA VASTA COSTA - DIPARTIMENTO DI PIOMBINO        accoglibile
A seguito delle valutazioni espresse sulle osservazioni, in conseguenza delle accettazioni, così come risulta nelle schede allegate alla deliberazione consiliare, è risultato necessario procedere ad alcune modifiche al PO adottato, come di seguito riassunte:
1) FILIPPI DINO - ARCH. FERRINI SIMONE        Nessuna
2) LORENZELLI PAOLO        Modifiche degli articoli 41, paragrafo A), e 16, comma 4, paragrafo 2, punto 2.1.1, delle Norme Tecniche di Attuazione (NTA)
3) REGIONE TOSCANA - DIRE-ZIONE URBANISTICA E POLITICHE ABITATIVE - SETTORE PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO
1    Modifica del paragrafo 1.2 della Relazione Generale
2    Nessuna
3    Modifica dell'articolo 55 delle NTA
4    Nessuna
5    Aggiunta di nuovo elaborato titolato "Schede norma degli interventi di nuova edificazione e completamento" che disciplina le previsioni edificatorie delle zto B3, D3, D6, con n.10 schede.
Eliminazione di n.4 previsioni di nuova edificazione zto B3, quali i lotti B3-03, B3-04, B3-06, B3-07.
Conseguente modifica:
- della Tavola PR-02 Territorio urbanizzato - Disci-plina,
- degli articoli 40 zto B3, 41 zto D3, 42 zto D6, delle NTA,
- della Tabella delle previsioni, paragrafo 4.2 della Relazione Generale.
6    Nessuna
7    Nessuna
8    Nessuna
4) REGIONE TOSCANA - DIREZIONE URBANISTICA E POLITICHE ABITATIVE - SETTORE TUTELA, RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PAESAGGIO
1    Modifiche degli articoli 24 zto Vpro, 25 zto Vtut, 26 zto Vpae, 27 zto Vimu, 40 zto B3, 41 zto D1, 42 zto D6, 44 zto F2 Vattr, delle NTA
2    Modifiche dell'articolo 22 delle NTA
3    Modifiche dell'articolo 26 delle NTA.
4    Aggiunta di Schede norma (vedi osservazione 3 sub-ordine 5)
5    Verifica e la validazione del perimetro delle aree bo-scate all'interno del territorio urbanizzato, aggiunta di nuovi elaborati redatti da libero professionista inca-ricato dottore agronomo-forestale
Conseguente modifica degli elaborati cartografici:
- QC-05 Struttura urbana, aree di margine e sistema del verde in scala 1:2.000
- SD-02 Vincoli sovraordinati con proposta di modi-fica delle aree boscate all'interno del territorio urba-nizzato nelle scale 1:10.000 e 1:5.000
- PR-02 Territorio urbanizzato - Disciplina in scala 1:2.000
- PR-03 Aree soggette ed esproprio - Disciplina in scala 1:2.000
5) REGIONE TOSCANA - DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE - SETTORE AGROALIMENTARE E SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DELLE ATTIVITÀ AGRICOLE  Modifiche degli articoli 19 zto E1, 20 zto E2, delle NTA, paragrafo B) Categorie d'intervento sul suolo inedificato - Serre ed altri manufatti aziendali
6) REGIONE TOSCANA - DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE - SETTORE FORESTAZIONE, USI CIVICI, AGRO AMBIENTE   Modifiche degli articoli 22 "Regole generali per il territorio rurale nelle aree di protezione paesaggistica", e 52 "Regole per il verde" delle NTA
7) REGIONE TOSCANA - DIREZIONE AMBIENTE ED ENERGIA - SETTORE SERVIZI PUBBLICI LOCALI, ENERGIA E INQUINA-MENTI    Modifiche al Rapporto ambientale di VAS
8) AUTORITA' DI BACINO DISTRETTUALE DELL'APPENNINO SETTENTRIONALE     Nessuna
9) ARPAT - AREA VASTA COSTA - DIPARTIMENTO DI PIOMBINO    Modifiche al Rapporto ambientale di VAS.

MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AGLI ELABORATI ALLEGATI AL PROVVEDIMENTO DI ADOZIONE
Quindi, di conseguenza a quanto sopra descritto e riassunto, è stato dato incarico ai liberi professionisti già incaricati ovvero anche ad altro per l'aspetto di forestazione, di apportate le necessarie variazioni ed aggiunte agli elaborati del PO adottati.
I professionisti incaricati hanno redatto e presentato i seguenti elaborati:
- riguardo alle aggiunte per gli aspetti urbanistici, da parte del tecnico incaricato Architetto Dott.essa Silvia Viviani:
- Schede norma degli interventi di nuova edificazione e completamento
- riguardo alle aggiunte per agli aspetti geologici e idraulici, da parte del tecnico incaricato geologo Dott. Alessandro Murratzu della società Idrogeo Service S.r.l.:
- Allegato D alla Relazione geologica - Abaco di fattibilità
- Tavola 1 - Carta geomorfologica di tutto il territorio comunale in scala 1:10.000
- Tavola 2 - Carta della pericolosità geologica di tutto il territorio comunale in scala     1:10.000
- Tavola 3 - Carta della pericolosità idraulica di tutto il territorio comunale in scala 1/10:000
- riguardo alla aggiunte per la verifica e validazione del perimetro della aree boscate nel territorio ur-banizzato, da parte del tecnico incaricato agronomo forestale Dott. Simone Fiornovelli:
- Tavola su base carta tecnica regionale in scala 1:2.000
- Tavola su base ortofoto AGEA anno 2016 in scala 1:2.000
- riguardo alle modifiche per gli aspetti urbanistici, da parte del tecnico incaricato Architetto Dott.essa Silvia Viviani:
- Relazione generale
- Norme Tecniche di Attuazione quale testo revisionato rispetto a quello adottato (caratteri blu il     testo aggiunto e caratteri rossi barrati il testo cancellato)
- QC-05 Struttura urbana, aree di margine e sistema del verde in scala 1:2.000
- SD-02 Vincoli sovraordinati con proposta di modifica delle aree boscate all'interno del territorio     urbanizzato nelle scale 1:10.000 e 1:5.000
- PR-02 Territorio urbanizzato - Disciplina in scala 1:2.000
- PR-03 Aree soggette ed esproprio - Disciplina in scala 1:2.000
- riguardo alle modifiche per agli aspetti geologici e idraulici, da parte del tecnico incaricato geologo Dott. Alessandro Murratzu della società Idrogeo Service S.r.l.:
- Relazione geologica completa di carte della pericolosità geologica a livello di dettaglio, carte di     fattibilità a livello di dettaglio, schede di fattibilità degli interventi di trasformazione
- riguardo alle modifiche per gli aspetti ambientali di VAS, da parte del tecnico incaricato Architetto Dott.essa Silvia Viviani:
- Rapporto ambientale

NUOVA ADOZIONE DI PARTI DEL PO
Anche se le modifiche al PO adottato sopra riassunte e meglio evidenziate nelle schede allegate alla deliberazione consiliare n.16/2019, sono da ritenersi in maggioranza non sostanziali perché conseguenza di specifiche direttive di carattere sovra-ordinato, il Comune ha ritenuto opportuno adottare, contestualmente all'approvazione delle controdeduzioni, le seguenti parti del PO così come modificate, al fine di dare la possibilità ai proprietari delle aree interessate di osservare e di esprimersi di conseguenza, nei sessanta giorni dalla pubblicazione sul BURT:
- eliminazione della previsione di nuova edificazione zto B3, lotto B3-03, con area inserita nella zto Vpae,
- eliminazione della previsione di nuova edificazione zto B3, lotto B3-04, con area inserita nella zto Vpae,
- eliminazione della previsione di nuova edificazione zto B3, lotto B3-06, con area inserita nella zto Vpae,
- eliminazione della previsione di nuova edificazione zto B3, lotto B3-07, con area inserita in parte nella zto Vpae ed in parte nella zto Vtut.
L'avviso

di deposito della deliberazione di adozione parziale per le sole parti sopra definite congiuntamente ai suoi atti allegati, è stato pubblicato sul B.U.R.T. n. 33 Parte Seconda il giorno 14 agosto 2019.
Entro il termine di 60 giorni dalla pubblicazione dell'avviso sul B.U.R.T. chiunque può presentare osservazioni scritte al protocollo generale dell'Ente.
Quindi il giorno 13 ottobre 2019 è il termine ultimo per presentare le osservazioni riguardo alle sole parti modificate ovvero riguardo alle quattro aree edificabili eliminate.

visualizza e scarica gli atti, gli elaborati ed i contenuti delle controdeduzioni e dell'adozione di parti del PO

L'avviso di seconda adozione del PO, riguardo alle sole parti modificate, è stato pubblicato sul BURT n. 33 del 14 agosto 2019.
Oltre alla pubblicazione sul BURT, con nota datata 20 agosto 2019 trasmessa tramite servzio postale con raccomandata AR, il Garante per l'informazione e la partecipazione ha trasmesso copia dell'avviso di pubblicazione del BURT ai proprietari delle aree edificabili eliminate.
A seguito della pubblicazione dell'avviso di avvenuta adozione del PO sul BURT e di deposito del progetto presso l'ufficio d'intestazione, è pervenuta una sola osservazione, presentata dal seguente soggetto proprietario del lotto B3-07:
- prot.n. 2036 del 11/10/2019    PUCCINI IOLANDA (NOTA DEL 10/10/2019)
Dopo il termine di scadenza nessun'altra osservazione è pervenuta al protocollo generale del Comune.

CONTRODEDUZIONI ALL'UNICA OSSERVAZIONE PERVENUTA
L'esame dell'osservazione è basato sulla salvaguardia della coerenza fra gli obiettivi del Piano Strutturale vigente ed i suoi specifici contenuti, sul rispetto delle prescrizioni e degli indirizzi della pianificazione sovraordinata ed in particolare del PIT/PPR.

Con deliberazione del Consiglio comunale n.23 del 06/11/2019, a seguito di analisi e valutazioni da parte del Responsabile del procedimento, sono state formulate le controdezioni all'osservazione pervenuta.
Si riporta di seguito per estratto l'oservazione presentata e l'analisi del Responsabile del procedimento.
"In riferimento alla Vs comunicazione del 20/08/2019 n. prot. 1680, sono ad OSSERVARE quanto segue.
La mia residenza dal 30/06/2014 è in Via Roma, 32 - 57020 Sassetta (LI). L'avviso di giacenza pervenuto in data 28/08/2019 è stato recapitato ad altro indirizzo e nello specifico in Via Niccolò da Tolentino 92/42 -50141 Firenze. Pertanto, trovandomi in Sassetta presso la mia residenza, non ho potuto essere presente al momento della consegna, potendo cosi ritirare la lettera presso l'Ufficio Postale soltanto il giorno 27/09/2019 quando, per altre cause, mi trovavo presso l'indirizzo di destinazione.
Considerato quanto sopra, sottolineo che i giorni a mia disposizione per le eventuali osservazioni si sono estremamente ridotti, non permettendomi tra l'altro di poter formulare le seguenti osservazioni mediante adeguato supporto tecnico e legale.
Premesso ciò, preso atto della Deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 30/07/2019 avente ad oggetto "Piano Operativo adottato con D.C.C. 29 del 22/11/2018 ai sensi dell'articolo 19 della L.R. 65/2014 - Approvazione controdeduzioni alle osservazioni pervenute. Parziale adozione e contestuale avvio del procedimento di conformazione al Piano di Indirizzo Regionale con valenza Paesaggistico", CONTESTO -con particolare riferimento alla mia proprietà - quanto segue:
• la presenza di area boscata sulla scheda B3-07 e quindi il contrasto, l'incoerenza e l'incompatibilità con il PIT/PPR e la LR 65/2014;
• la mancanza di integrazioni causa scarse, se non impossibili possibilità di finanziamento a carico del bilancio comunale;
• l'eliminazione dal P.O. della previsione edificatoria B3-07, per l'impossibilità di svolgere approfon-dimenti diagnostici cosi come richiesti dal Genio Civile in data 08/04/219 n. prot. 154942, nonché per non rallentare l'iter di approvazione del P.O."
L'osservazione riguardante il mancato recapito all'indirizzo di residenza della nota datata 20/08/2019 trasmessa dal Garante per l'informazione e la partecipazione, è da ritenersi irrilevante.
Le norme procedurali riguardanti l'adozione e l'approvazione degli strumenti di pianificazione territoriale e di pianificazione urbanistica - in particolare il comma 2 dell'articolo 19 della LR 65/2014 che recita testualmente: "Il provvedimento adottato è depositato presso l’amministrazione competente per sessanta giorni dalla data di pubblicazione del relativo avviso sul Bollettino ufficiale della regione Toscana (BURT). Entro e non oltre tale termine, chiunque può prenderne visione, presentando le osservazioni che ritenga opportune." - stabiliscono come unica fonte di pubblicità la pubblicazione dell'evento sul BURT tramite un avviso.
L'Amm/ne comunale ha provveduto ad avvisare i cittadini della possibilità di poter fornire eventuali osservazioni oltre che tramite BURT anche tramite specifiche ed individuali note informative, e la specifica nota informativa inviata alla sig.ra Puccini è stata da lei ricevuta il giorno 27/09/2019, sedici giorni prima della prescritta scadenza.
E comunque l'osservazione è stata presentata.
Per quanto riguarda il merito di quanto la sig.ra Puccini contesta si richiamata gli approfondimenti, le analisi e la valutazione dell'ufficio riportate nella precedente relazione del 23/07/2019 - paragrafo "INDAGINI GEOLOGICHE E PARERE EX ART.25 DEL PAI" pagine 5 e seguenti, e nell'allegato 1 - scheda n.7, n.ord. 3, osservazione della Regione Toscana, Direzione urbanistica e politiche abitative, settore pianficazione del territorio, prot.n.197 del 30/01/2019.
Dall'osservazione presentata non emergono nuovi elementi tecnici di analisi ma solo contestazioni non motivate ed approfondite.

visualizza e scarica gli atti ed i contenuti delle controdeduzioni